Grande successo alla serata di concerti per il progetto diga Zimbabwe

//Grande successo alla serata di concerti per il progetto diga Zimbabwe

Grande successo alla serata di concerti per il progetto diga Zimbabwe

Marcello Girone Daloli ci ha inviato il consuntivo economico e morale della serata dedicata al progetto Diga-Zimbabwe.

L’incasso netto della serata “Note per lo Zimbabwe” al Giardino delle duchesse:
€. 450 bevande e piadine
€. 511 libri e offerte
€. 147 manufatti delle volontarie di Formignana.
Totale €. 1.108, a cui la SIAE ci chiede di togliere €. 149. Ma non lo farò!

Vi ricordo inoltre che oltre al contributo economico durante la serata sono stato contattato da due infermiere di Modena che vogliono andare a St. Albert e abbiamo conosciuto un importante oculista che già opera in Zimbabwe.
Insomma le “note per lo Zimbabwe” continueranno a suonare. Aiutateci sempre con il passaparola.

Si è conclusa con grande successo di pubblico la serata del 19 settembre grazie ai musicisti che hanno offerto gratuitamente il loro lavoro (come Piadinabus) suonando a sostegno del Progetto Diga – Emergenza Zimbabwe a Ferrara, promossa dal nostro socio e membro del direttivo Marcello Girone Daloli. C’era anche lo Stand dei volontari Piadinabus e due concerti di Isa Dall’Olio & Bluenote Quartet &Banda giovanile città di Budrio. Sono stati presenti anche il gruppo di Formignana e del Knit Cafè di Copparo con le loro splendide lavorazioni a maglia e uncinetto.

Il Progetto diga – Emergenza Zimbabwe nasce nel 2006 da Marcello Girone Daloli che, tornato daun’esperienza presso l’ospedale di St. Albert nel nord dello Zimbabwe, ha deciso di adoperarsi per dare acqua a migliaia di persone. L’ospedale ha un indotto di 119.000 persone che gestisce con 3 medici, 26 infermieri, 140 posti letto ed energia elettrica poche ore la notte. Gli abitanti di  St. Albert sono 3.300, tra i quali 1.700 bambini suddivisi in due scuole. 
In questi anni, grazie a un gruppo di volontari che si adoperano gratuitamente in diverse regioni del nord Italia, si sono raccolti i fondi per terminare una diga, portare un chilometro di tubature fino all’ospedale, montare due impianti di potabilizzazione, che oggi garantiscono acqua potabile ad oltre 10.000 persone, e per irrigare 8 ettari di campi. Spesa complessiva: 187.000 euro – incredibile ma vero! – raccolti grazie a tante piccole iniziative e attraverso il passaparola. Con questi soldi si è solo comprato il materiale. Non sono stati mandati soldi in loco. Sono volontari anche gli ingegneri e i tecnici italiani che si recano sul posto per realizzare i lavori e formare i manutentori locali. Ogni movimento sul conto corrente dedicato al Progetto Diga è reso trasparente. Ora è indispensabile mantenere le infrastrutture realizzate e continuare a portare avanti quello che 8 anni fa sembrava impossibile: dare da bere e da mangiare a chi non ne ha per sopravvivere.Con poco ognuno di noi può contribuire a cambiare la vita di migliaia di persone!

By | 2017-08-18T19:10:59+00:00 settembre 22nd, 2014|News|Commenti disabilitati su Grande successo alla serata di concerti per il progetto diga Zimbabwe

About the Author: