Pittura come forza creatrice del colore

Il procedimento pittorico non si prefigura a priori, nessun soggetto da rappresentare.

Impariamo a dipingere dal colore, sperimentiamo il colore liberato dala gravità o dalla prigione del disegno.

Ogni colore vibra, possiede un suo carattere, un suo gesto.

Col pennello, con la tecnica dell’acquerello, impariamo a conoscere i colori ad amarli tutti con la sensibilità artistica nata seguendo le indicazioni della “Dottrina dei colori” di Goethe e l’impulso di R. Steiner.

Lavoriamo su carta con la tecnica dell’acquerello- L’acqua è l medium che più ci fa vivere il colore in movimento e la sua trasparenza.

Il dipinto sarà una composizione armonica di colori chiari, scuri, di polarità cromatiche con continue velature.

Durante lo svolgimento del processo la nostra intuizione ci porta ad individuare un’idea del dipinto, a questo punto cerchiamo di rendere visibile il tema nascosto.

Così l’idea creata dal colore si incarna tra le velature.

Il colore diviene creatore di forma insieme alla nostra capacità di intuizione.

Ci accompagnano in tutto questo percorso la storia dell’arte e la natura che ci circonda, che guida la nostra capacità di osservazione, la nostra percezione dei colori, delle forme.

Possiamo “copiare” la natura, ma solo per conoscerla meglio, poi lasciamo che il tutto agisca dentro di noi per mutare le sue forme, per metamorfosarle, per rendere visibile lo spirituale “incarnato” nella natura stessa.

Così nasce una creazione artistica che risuona nella nostra anima e in chi la osserva.

Lavoriamo anche su carta bagnata, dove il controllo è minore e ci lasciamo trasportare in un’atmosfera quasi sognante.

Il colore nasce dall’incontro, dal gioco di luce e tenebra (ci insegna Goethe) e lo sperimentiamo lavorando col carboncino.

Un altro lavoro interessante è lo studio e la sperimentazione della linea con esercizi graduali con matita su carta nel “creativo disegno di forme”.

Esempi:

  1. per pittura e velature vedi i dipinti di Mattia (Francesco sceglierà i migliori);
  2. bagnato su bagnato (vedi cartellina nera);
  3. luce e tenebra (vedi foglio grande nel tubo);
  4. disegno di forme (piccolo schizzo).